banner oltre le apparenze

Beauty over50, fashion plussize, viaggi e lifestyle

Riquadro nero e sfondo beige

Sommario

Fonti di Poiano tra natura e storia

Sommario

FONTI DI POIANO TURISMO reggio emilia appennino tosco emiliano


Oggi sono felice di ospitare sul mio blog un articolo di Eli, una cara amica che condivide con me la passione per la scoperta di luoghi incantevoli.
In questo articolo, Eli ti porterà alla scoperta delle Fonti di Poiano, un’oasi di biodiversità e relax immersa nell’Appennino Reggiano.

Eli ci racconta la sua esperienza in questo luogo magico, descrivendo i sentieri da percorrere, le curiosità da scoprire e i consigli per vivere al meglio questa esperienza.
Lasciati trasportare dalle sue parole e preparati a immergerti nella bellezza incontaminata delle Fonti di Poiano.

DUE ATTIVITA’ PER SCOPRIRE LE FONTI DI POIANO

FONTI DI POIANO TURISMO reggio emilia appennino tosco emiliano paesaggio


(Eli) Buongiorno a tutti, oggi vi porterò alla scoperta di un luogo magico dove trova ristoro l’anima e il corpo.

Vi svelo subito l’arcano, siamo nelle dolci colline della provincia di Reggio Emilia, lo so subito pensate al Parmigiano Reggiano ma oggi si parla di natura e non di cibo… forse.

Le Fonti di Poiano, sono meta usuale della comunità locale, in tutti i periodi dell’anno, ma diventano meta di ristoro di turisti e viandanti, soprattutto nel periodo estivo, per scappare dalla canicola della pianura.
Anche perché qui si snoda un tratto del sentiero CAI più famoso della nostra bellissima provincia, il sentiero Spallanzani.

Vi dicevo che noi locali ci andiamo spesso e si ci sono moltissimi modi per arrivarci, dipende sempre da quanto tempo avete a disposizione, ci puoi arrivare con qualsiasi mezzo, addirittura con i mezzi pubblici e una piccola passeggiata di 2 km, ma anche a piedi, a cavallo o in bici.

IL MEZZO CHE ABBIAMO USATO

Noi ci arriviamo spesso in moto, il nostro cavallo d’acciaio, ma comunque gli itinerari che vi racconto sono percorribili sia a piedi sia in auto anche da famiglie con bimbi.

CURIOSITA’ E CONSIGLI DI VIAGGIO

FONTI DI POIANO TURISMO reggio emilia


Le Fonti di Poiano, sono un crogiolo di biodiversità e anche di ambienti non comuni nella zona.
Le montagne carsiche conferiscono proprietà particolari dell’acqua sorgiva che è fredda, anzi ghiacciata.
Se siete dei temerari potete anche provare ad assaggiarla, ma attenzione è salata!! Ha un alto contenuto di cloruro di sodio.

Le Fonti di Poiano sono anche una riserva naturalistica veramente varia, perché grazie alle proprietà chimiche dell’acqua si è creato un parco umido al suo interno.
Un’ultima curiosità è che fanno parte del Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano.

Consiglio di portare un buon anti zanzara, una protezione solare, un cappellino, un plaid e una paletta per le mosche.
In zona trovate anche un punto ristoro, che durante la stagione estiva è sempre aperto, ma è buona norma portare dietro qualche cosa da bere e sgranocchiare mentre si ammira il paesaggio.

COSA FARE ALLE FONTI DI POIANO

FONTI DI POIANO
TURISMO reggio emilia cartellone informazioni


Oggi vi propongo due tipi di attività una in totale relax e un’altra appena più impegnativa a livello fisico ma sempre nell’ottica del relax e della semplicità, naturalmente entrambe sono gratuite.

  • 1^ attività: arrivare dopo una piccola passeggiata sulla passerella in legno che attraversa il parco umido (circa 50 metri, da dove avete lasciato il mezzo), ammirare il paesaggio, trovare un punto che vi aggrada, stendere il plaid e rilassarsi a piacere, se la calura diventa insopportabile, consiglio d’immergere i piedi nelle acque ghiacciare dei vari ruscelli.
  • 2^ attività: arrivare nel parcheggio e avvicinatevi alle tabelle enormi che trovate all’entrata, li ci saranno alcune opzioni, per fare delle bellissime passeggiate attraverso il bosco, per scoprire le meraviglie naturalistiche, non preoccupatevi troppo ci sono i sentieri ben delineati. In fine trovate un posticino che vi piaccia, stendete il plaid e rilassatevi.

FONTI DI POIANO
TURISMO reggio emilia cartellone

COME ARRIVARE

La prima cosa che posso dirvi, non spaventatevi se ad un tratto trovate l’asfalto non perfetto, direi quasi inesistente.
Nella stagione secca, se andate in macchina, bisogna avere una buona aria condizionata, se siete a piedi o in moto, come noi, dovete portare pazienza soprattutto se incrociate una macchina o altri veicoli.

Adesso la cosa più importante come ci arrivo in questo angolo di paradiso?

Da Modena: Salendo verso la collina prima prendete la SP 467 anche detta pedemontana, poi proseguite per la SP 486R/SP 19 infine in località Gatta al bivio prendete la deviazione per Le Fonti di Poiano.

Il nostro percorso in moto (per intenderci quello con le curve), invece è questo: siamo saliti in collina fino Castelnuovo ne Monti, poi abbiamo costeggiato La Pietra di Bismantova.
Poi siamo scesi verso Carù, ma attenzione appena attraversato il ponte, troverete subito l’indicazione a sinistra per Le fonti di Poiano, da lì sempre dritto.

Lo so raccontare di viaggi non è sempre facile, spero almeno di avervi stuzzicato la curiosità.

Ciao Eli

CONSIDERAZIONI FINALI

Un grande ringraziamento alla mia cara amica Eli per aver condiviso con noi la sua esperienza alle Fonti di Poiano.
Se sei curios* di scoprire altri luoghi incantevoli, ti invito a visitare il suo profilo Instagram.

Conosci già le Fonti di Poiano? Raccontaci nei commenti le tue esperienze in questo luogo magico!

Condividi i tuoi suggerimenti per altre gite fuori porta nella natura con una giusta dose di avventura. Non vedo l’ora di leggere i tuoi commenti e scoprire nuovi posti da esplorare!

Condividi

Cristina

Cristina

Copywriter con quasi dieci anni di esperienza in articoli su bellezza, moda e lifestyle. Negli ultimi anni mi sono appassionata agli argomenti che riguardano le persone over 50.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI