banner oltre le apparenze

Beauty over50, fashion plussize, viaggi e lifestyle

Riquadro nero e sfondo beige

Sommario

Guida alle maschere viso – Quali scegliere e come usarle

Sommario

guida alle maschere viso


Ciao oggi voglio regalarti una guida per le maschere viso perché sono un elemento essenziale della routine di bellezza.
Se stai cercando il segreto per una pelle sana e curata, sei nel posto giusto perché ti guiderò attraverso le diverse tipologie di maschere, spiegandoti quali sono i pregi e i difetti.

Personalmente mi piace usare le maschere viso soprattutto quando ho voglia di rilassarmi e di coccolare la pelle.
Le mie preferite sono quelle multifunzione per fare più trattamenti contemporaneamente, quelle solide per quando ho poco tempo e quelle in crema quando invece il tempo non mi manca e voglio stare in relax.

E se voglio un momento ludico ho sempre una maschera viso in alginato che mi diverto a rimuovere tentando di non spezzarla mettendo alla prova la mia abilità.
Se sei curios* di conoscere tutti i tipi di maschere disponibili, ti consiglio di proseguire la lettura.

GUIDA ALLE MASCHERE VISO – TIPOLOGIE

Maschere viso in foglio

maschere viso in foglio


Le maschere viso monouso in foglio sono una delle opzioni più pratiche per la cura della pelle.
Sono sottili fogli di tessuto ‘non tessuto’ imbevuti di sostanze benefiche per la pelle come acido ialuronico, vitamine, estratti vegetali e altro ancora.
Una delle cose belle di queste maschere è la loro praticità perché sono pre-tagliate e già imbevute, quindi basta toglierle dalla confezione e posizionarle sul viso per ottenere dei fantastici benefici.

Le sostanze presenti sono concentrate, e grazie al foglio che le tiene in posizione, penetrano velocemente nella pelle.
Sono anche ideali per chi è sempre in viaggio o non ha molto tempo da dedicare alla skincare, perché richiedono pochi minuti e possono dare risultati immediati di idratazione, luminosità e rassodamento della pelle.

Onestamente io ho praticamente eliminato questi prodotti dalla mia routine perché le maschere monouso in foglio solitamente generano più rifiuti venendo usate una sola volta e poi gettate.
La maggior parte di queste maschere è realizzata con materiali come poliestere o cellulosa, e alcuni di questi materiali potrebbero non essere biodegradabili, contribuendo così all’accumulo di rifiuti.

Maschere viso in crema

maschere viso in crema


A differenza delle maschere in foglio, queste sono formulazioni più dense che si applicano direttamente sulla pelle e vengono lasciate in posa prima di essere risciacquate.

Esistono diverse tipologie di maschere in crema: idratanti, purificanti, esfolianti, anti-age e così via.
Possono essere usate per affrontare problemi specifici della pelle come l’acne, la disidratazione, la pelle opaca o le rughe.
Alcune di queste maschere possono anche essere utilizzate come trattamenti notturni, lasciando la crema in posa durante il sonno per massimizzare i benefici.

Prima di applicare le maschere viso in crema, è importante leggere le istruzioni sulla confezione riguardo alla frequenza e alla durata dell’applicazione.
Di solito, si applicano su pelle pulita e si lasciano in posa per 10-20 minuti prima di essere risciacquate via con acqua tiepida.

Le maschere in crema, solitamente contenute in contenitori di plastica o vetro, possono essere più sostenibili se il packaging è riciclabile.
Tuttavia, alcuni ingredienti presenti nelle formulazioni potrebbero non essere biodegradabili o provenire da fonti non sostenibili.
In ogni caso io le preferisco a quelle in foglio perché con una confezione si fanno parecchie applicazioni e il costo è sicuramente più sostenibile.

Maschere viso solide

maschere viso polvere argilla


Le maschere solide in panetto e in polvere sono due tipi diversi di maschere, che si differenziano solo dalla preparazione prima dell’applicazione.

Le maschere solide in panetto sono già preformate e si presentano sotto forma di barrette o blocchetti che vanno applicate sul viso umido.
Queste maschere contengono una miscela di ingredienti essiccati o compattati, come argille, erbe, estratti vegetali o altri composti per la cura della pelle.
Si possono massaggiare sul viso inumidito oppure prelevare dal panetto con un pennello bagnato e applicare la pastella ottenuta sulla pelle.

Le maschere viso solide in polvere sono vendute in forma di polvere sottile e richiedono la miscelazione con acqua o altri liquidi come idrolati o succhi vegetali, prima dell’applicazione.
Il composto ottenuto deve essere di consistenza cremosa o pastosa prima di essere applicato sul viso.

Entrambe le versioni offrono la possibilità di personalizzare la consistenza e la concentrazione degli ingredienti in base alle esigenze della pelle.
Per quel che riguarda l’uso, anche in questo caso bisogna lasciare il prodotto in posa per un periodo variabile di tempo e poi rimuoverlo con acqua calda.

Le maschere solide, specialmente quelle con ingredienti naturali e biodegradabili come argille, erbe o estratti vegetali, possono essere considerate più eco-friendly.
Queste richiedono meno confezionamento e spesso sono più concentrate, riducendo la quantità di prodotto e di imballaggio necessari per ottenere benefici simili ad altre maschere.

Maschere viso in alginato

maschere viso alginato


Le maschere viso in alginato sono maschere particolarmente innovative e interessanti nel mondo della skincare.
Fanno parte della categoria delle maschere in polvere che, mescolate con acqua, creano però una consistenza gelatinosa che si solidifica sul viso durante la posa.

L’ingrediente chiave di queste maschere è l’alginato, un composto derivato dalle alghe marine. Quando l’alginato viene mescolato con liquidi come l’acqua, crea una sorta di gel flessibile che forma una sorta di “seconda pelle” sul viso.

Queste maschere sono conosciute per le loro proprietà idratanti e rinfrescanti poiché creano una barriera sulla pelle che intrappola l’umidità, consentendo agli ingredienti attivi di penetrare più efficacemente nella pelle.
Alcune maschere in alginato contengono anche altri ingredienti benefici come vitamine, antiossidanti o estratti vegetali.

Adoro utilizzare le maschere viso in alginato perché, quando il gel si solidifica e si trasforma in una sorta di pellicola sulla pelle, da una bella sensazione di freschezza.

Le maschere in alginato, derivanti dalle alghe marine, possono essere considerate eco friendly se i processi di produzione sono sostenibili e se il materiale è biodegradabile.

Maschere viso multifunzione

maschere viso  multifunzione scrub maschera


Le maschere viso multifunzione sono prodotti versatili che offrono più benefici in un’unica applicazione.
Ad esempio, alcune maschere possono contenere ingredienti idratanti come l’acido ialuronico insieme a sostanze esfolianti come l’acido glicolico, offrendo idratazione e allo stesso tempo esfoliazione della pelle.

Alcune maschere che contengono inclusioni vanno prima tenute in posa per far assorbire alla pelle i principi attivi e poi, prima di rimuoverle, va effettuato un massaggio scrubbante.

Le maschere multifunzione, se contengono ingredienti biodegradabili e sono contenute in imballaggi sostenibili, possono rappresentare un’opzione più ecologica.
Sia perché la confezione dura per parecchie applicazioni ma anche perché si riduce l’utilizzo di diversi prodotti separati.

Maschere handmade con ingredienti commestibili

maschere viso handmade


Le maschere viso fatte in casa sono un’opzione per chi ama la skincare naturale e vuole avere il controllo totale sugli ingredienti utilizzati.
Queste maschere sono preparate usando ingredienti comuni che si trovano spesso in cucina o in dispensa, come frutta, verdura, yogurt, miele, olio d’oliva e molto altro ancora.

Si possono creare diverse maschere viso personalizzate a seconda delle esigenze della propria pelle.
Ad esempio, una maschera idratante può contenere avocado e miele, mentre una maschera esfoliante potrebbe essere composta da zucchero e olio di cocco.

La preparazione di una maschera fatta in casa di solito coinvolge la miscelazione degli ingredienti fino a ottenere una consistenza omogenea, e poi l’applicazione sulla pelle pulita.
Si lascia agire per un certo periodo di tempo, solitamente da 10 a 20 minuti, prima di risciacquare con acqua tiepida.

Personalmente non amo questo tipo di maschere viso, primo perché odio sprecare il cibo e secondo perché non amo ‘spignattare’ e ho paura di creare qualcosa di non adatto alla mia pelle.
Infatti, sebbene le maschere viso fatte in casa siano spesso considerate sicure, è importante fare attenzione a eventuali allergie o sensibilità a determinati ingredienti prima di applicarli sulla pelle.

Per quel che riguarda le maschere viso handmade un’altra soluzione è usare dei supporti in foglio pressati da imbibire di un liquido a scelta.
Può essere un succo, una tisana ma anche un siero o un tonico.
Si immerge la compressa nel liquido finché non ne è tutta imbevuta e poi si procede come una normale maschera in foglio. Attenzione perché il rischio sgocciolamento è probabile.

GUIDA ALLE MASCHERE VISO – PREGI E DIFETTI

Pregi delle Maschere Viso

  • Idratazione profonda: Le maschere viso, in particolare quelle in foglio e in crema, offrono un’idratazione intensa, donando alla pelle un aspetto fresco e luminoso.
  • Concentrazione di ingredienti attivi: Grazie alla loro formulazione concentrata, le maschere viso forniscono un cocktail di ingredienti attivi direttamente sulla pelle, contribuendo a migliorare la texture e l’elasticità.
  • Risultati istantanei: Uno dei vantaggi più evidenti è la rapida efficacia. In pochi minuti, la pelle può apparire più tonica, idratata e luminosa, rendendo le maschere viso perfette anche per situazioni last-minute.
maschere viso  anguria

Difetti delle Maschere Viso

  • Possibili irritazioni: Alcune maschere, soprattutto quelle contenenti ingredienti più potenti, potrebbero causare irritazioni o arrossamenti, specialmente per chi ha la pelle sensibile.
  • Compatibilità limitata delle maschere monouso: Le maschere monouso generano rifiuti inutili, contribuendo all’impatto ambientale.
  • Costo: Alcune maschere viso possono avere un prezzo più elevato. Sebbene siano un investimento per la bellezza, il costo potrebbe rappresentare un inconveniente per alcuni. Soprattutto le maschere monouso hanno un prezzo non competitivo se confrontate alle maschere di altro tipo.
  • Metodo di applicazione: Alcune maschere, soprattutto quelle in foglio o quelle molto fluide, colano inevitabilmente quindi necessitano di un periodo di posa completamente in relax. Le maschere in foglio, inoltre, spesso sono di dimensioni non adatte al proprio viso quindi bisogna ritagliarle o ripiegarle per adattarle alla forma.

CONSIDERAZIONI FINALI

E questo è tutto, spero di essere riuscita a scrivere una guida alle maschere viso completa e efficiente.
Ho tralasciato appositamente di citare quelle macchinette che creano le maschere in gel introducendo dei liquidi e una pastiglia di addensante.
A parte il costo, le trovo inutili se non addirittura pericolose visto che sui social ultimamente si vedono degli influencers creare maschere improbabili.
E’ uno spreco di materie prime e inutilità del trattamento, per non parlare del fatto che spesso si sciolgono o si sbriciolano visto che hanno bisogno di dosi rigorose e ingredienti ben specificati nel manuale.

Personalmente amo molto le maschere viso e credo che chiunque abbia a cuore la propria pelle ne fa un uso abituale.
Tu quale tipo di maschere viso usi? sei costante o le fai solo sporadicamente? Fammi sapere se questa guida alle maschere viso ti è stata utile, attendo i tuoi commenti.

Condividi

Cristina

Cristina

Copywriter con quasi dieci anni di esperienza in articoli su bellezza, moda e lifestyle. Negli ultimi anni mi sono appassionata agli argomenti che riguardano le persone over 50.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI