Oli essenziali e aromaterapia – Consigli utili per principianti

Menu dei contenuti

Oggi voglio dare il benvenuto al primo ospite del blog, la Dottoressa Ambra Centra, erborista e cosmetologa professionista nonchè curatrice del blog Fior di Glicine.
In questo articolo ci parlerà degli oli essenziali dandoci dei consigli su come usarli in maniera semplice e sicura anche se adoperiamo per la prima volta a queste sostanze.

Ringrazio Ambra e le rinnovo l’invito a tornare per parlare ancora di oli essenziali e altre sostanze naturali.

Prima delle vacanze la mia amica Cristina, in piena verve organizzativa, mi ha proposto un articolo sull’uso casalingo degli oli essenziali e l’aromaterapia.
Ho accettato di buon grado e ho passato giorni e giorni a pensare come impostare un argomento così vasto e renderlo il più leggero possibile.

Stasera, compici i 18°, i pantaloni lunghi e leggeri del pigiama, la calma ritrovata dopo giorni caldi, afosi e turbolenti, sento che ho voglia di raccontarvi sì di aromaterapia, ma autunnale. Non è poi così lontano l’equinozio di autunno, cambieranno i nostri ritmi inevitabilmente, cambieranno le luci e cambieremo…noi.

COSA SONO GLI OLI ESSENZIALI?

Gli oli essenziali, per chi non li conosce, sono miscele complesse di sostanze volatili estratte prevalentemente da piante aromatiche, particolarmente odorose, non necessariamente profumate e rappresentano quanto di più prezioso e potente ci sia in una pianta, anche in termini di tossicità in alcuni casi.

Le tecniche di estrazione per ottenere gli oli essenziali sono diverse, ma la più famosa e diffusa che incontrerete è la distillazione in corrente di vapore.

Note aromatiche

Gli oli essenziali vengono classificati secondo le loro caratteristiche chimiche, ma anche secondo la loro nota aromatica, la più familiare e semplice da comprendere.
Troverete così le note di testa o note alte, a cui appartengono gli o.e. come limone, eucalipto, menta; le note di cuore o note medie, a cui appartengono o.e. di ylang-ylang, melissa, chiodi di garofano; le note di fondo o note basse, di cui fanno parte o.e. come incenso, sandalo, mirra.

Consigli di utilizzo

Io personalmente consiglio sempre un uso esterno e topico, opportunamente veicolato in un olio vegetale base e di rispettare sempre le indicazioni legate alle proprietà di ognuno (espettoranti, tonificanti, calmanti…).

Esistono in commercio o.e. categoria food, che si possono usare in cucina e sono compatibili con un uso interno, ma in ogni caso non avventuratevi da soli nel loro uso fatevi guidare da un’erborista!

OLI ESSENZIALI UTILI IN AUTUNNO

Per questo primissimo articolo dedicato all’aromaterapia, vorrei consigliarvi un piccolo kit da tenere sempre a casa e per affrontare questa fase di cambio di stagione.

In autunno fanno da padrone:

  • Timo a timolo (aroma caldo e intenso, stimolante e tonico)
  • Eucalipto (aroma fresco e balsamico, stimolante e attivante)
  • Chiodi di Garofano (aroma caldo e speziato, tonico e attivante)
  • Menta Piperita (aroma fresco e mentolato, attivante e rinfrescante)
  • Tea tree (aroma fresco, balsamico e anche speziato, tonico e vitalizzante)
  • Lavanda (nota dolce, fresca e floreale, tonico e calmante)
  • Geranio Bourbon (nota floreale, rosata, rilassante e riequilibrante)
  • Arancio dolce (nota fresca, dolce e fruttata, calmante e rilassante)
  • Limone (nota fresca e agrumata, attivante e calmante)
  • Rosmarino a borneolo (nota fresca e balsamica, tonico e stimolante)

Per Abiti e Armadi

Ti consiglio di usare olio essenziale di bergamotto, lavanda e petit grain se vuoi un profumo fresco, geranio, neroli e palmarosa se desideri un profumo floreale, gelsomino, rosa, verbena e ylang-ylang se desideri un profumo più intenso.
Puoi mettere un piccolo barattolo di sale nel tuo armadio e mettere all’interno 5 gocce di ogni olio che ti ho indicato, oppure puoi mettere delle gocce sui fogli per armadi che trovi nei negozi specializzati.
Se hai bisogno di repellenti per tarme, ti consiglio di usare canfora, lavanda e citronella.

Per il soggiorno

C’è chi l’autunno lo vive con energia, con voglia di fare, con buoni proposti e chi invece arriva devastato dall’estate, specie quella di quest’anno, caldissima e stravagante per certi versi.

Se desiderate una miscela sinergica rilassante vi occorrono:
o.e. lavanda: 4 gocce
o.e. geranio: 8 gocce
o.e. arancio dolce: 5 gocce

Se desiderate una miscela sinergica stimolante vi occorrono:
o.e. eucalipto: 2 gocce
o.e. rosmarino: 8 gocce
o.e. limone: 4 gocce

Se desiderate una miscela che vi aiuti nella concentrazione vi occorrono:
o.e. basilico: 2 gocce
o.e. menta: 3 gocce
o.e. geranio: 3 gocce

Scegliete una di queste miscele e mettetela in un pot-pourri oppure in un diffusore elettrico nel vostro soggiorno.

Per la cucina

In cucina si ha sia la necessità di togliere odori sgradevoli e apportarne di nuovi, gradevoli. Io vi consiglio eucalipto, lavanda, limone e rosmarino da diffondere nell’ambiente oppure per pulire il frigorifero (in questo caso vi consiglio di aggiungere del tea tree oil), pulire le superfici.
Sono sufficienti 2 gocce di ognuno.

Per la camera da letto

Non esagerate con gli odori, rischiate di ottenere l’effetto contrario!

Se desiderate una miscela che vi aiuti a dormire vi occorrono:
o.e. camomilla: 2 gocce
o.e. neroli: 2 gocce
o.e. sandalo: 2 gocce

Mettete la miscela in un pot-pourri oppure in un diffusore elettrico da spegnere mezz’ora prima di andare a dormire.

Per il bagno

Se vi occorre un disinfettante per le superfici potete mettere 70 ml di acqua, 30 ml alcool e 5 ml di o.e. di tea tree oil.

Se vi occorre un mix profumato potete mettere bergamotto, lavanda, cannella, limone, citronella, 10 gocce di ognuno in un’unica bottiglietta di vetro scuro con contagocce e mettete 1 goccia di questa miscela sulla parte di cartone della carta igienica oppure preparate un pot-pourri come vi avevo consigliato per il soggiorno.

CONCLUSIONE

Il mondo dell’aromaterapia è vastissimo, con Cristina affronteremo altri argomenti in cui gli o.e. saranno protagonisti, se voi avete domande o curiosità specifiche, scriveteci!
Buona lettura!
Dott.ssa Ambra Centra

La Dott.ssa Ambra Centra organizza corsi e workshops di autoproduzione di cosmesi naturale.
Inoltre effettua consulenze erboristiche, floriterapiche e cosmetologiche, io stessa ne ho usufruito e ho scritto un articolo sulla mia esperienza.

Iscriviti alla Newsletter

Condividi

ARTICOLI CORRELATI
Ti regalo 50 € di sconto sulle prime tre box

8 risposte

  1. Ho usufruito della consulenza della dottoressa Ambra sia per quanto riguarda una crema specifica per il viso sia per altro e posso solo ringraziarla per l’aiuto efficace.

  2. Per il mio compleanno mi sono fatta regalare un diffusore per ambienti di oli essenziali.
    Mi diverte tantissimo guardare la nuvoletta di vapore che esce ma ancora di più adoro i profumi che avvolgono la mia casa, li cambio molto spesso.
    Per questo adoro questo articolo, lo trovo molto utile e prenderò sicuramente spunto per creare combinazioni di aromi personalizzate.

    1. Io di solito uso il bruciaessenze, quello con la candelina. Per Natale chiederò a Babbino che mi porti un bel diffusore elettrico. Non vedo l’ora di sbizzarirmi con i vari aromi! Grazie per essere passata 🙂

  3. Complimenti a Cristina per l’argomento interessante e alla Dott.sa Centra per aver saputo descrivere sinteticamente un campo così vasto, fornendo le info più preziose sui giusti mix da effettuare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.