Pochette anti covid – Kit completo da tenere in borsa

Menu dei contenuti

La pochette anti covid non è stata certo la prima cosa a cui ho pensato quando il mondo intero è stato messo sotto scacco da questo maledetto virus.
Come vi ho già raccontato, ho avuto un momento difficile ma, superato quel periodo, ho atteso pazientemente che si potesse tornare ad una pseudo normalità.

Ho studiato questa pochette anti covid appena ho ricominciato ad uscire di casa, seppur sporadicamente, durante la fase 2 dell’emergenza.
Beh la prima pochette in effetti non era così carina, avevo solo riciclato un sacchettino che avevo confezionato anni fa per Natale.
Certo uscire di casa con una pochette con le renne e Babbo Natale in maggio mi sembrava quanto meno anacronistico.
Quindi ho deciso di svuotare e lavare la pochette che ho comprato tempo fa da Barbara, che conteneva dei campioncini, utilizzandola come nuova pochette anti covid.

Ovviamente da allora è sempre nella mia borsa, periodicamente controllo il contenuto e in caso sostituisco quel che manca.
E lo so quello che state pensando, un altro peso nella borsa? Che già contiene pochette makeup, pochette medicinali, portaocchiali, eccetera? Si, perché è utile per voi ma sopratutto per chi ha partner/figli che dimenticano perennemente igienizzante e mascherina a casa.

COSA METTERE NELLA POCHETTE ANTI COVID

Gel o salviette disinfettanti per le mani

Ovvio, direte voi, la pochette nasce per questo! Certo poi, visto che c’è spazio, perché non aggiungere altro?
Comunque, il gel disinfettante per le mani lo trovate di varie marche e in varie taglie ma a inizio emergenza scarseggiava e quello che si trovava in giro costava più dell’oro. Non che adesso costi meno…

Per questo motivo l’OMS ha divulgato una ricetta per farne uno homemade molto semplice ma efficace.
Se fate largo uso di questo disinfettante, vi consiglio anche io di farvelo da voi seguendo quella ricetta, se volete qualcosa di più completo, affidatevi comunque a persone che hanno le competenze per formulare tali prodotti.
La ricetta di Ambra ad esempio, è perfetta ed è pure più efficace e profumata perché contiene oli essenziali.

In casi eccezionali potete anche affidarvi alle salviette disinfettanti monouso  ma onestamente non le consiglio per una questione ecologica.
Sebbene le salviette possono essere anche in tessuto biodegradabile, rimane il fatto che la busta di plastica si smaltisce nell’indifferenziata.
Quelle che ho io, le ho ricevute in omaggio in un negozio e le tengo proprio per emergenza.

Mascherina

Per lunghi giorni durante la prima ondata del 2020, si è dibattuto sul tipo di mascherina da usare durante l’emergenza, FPP2, FPP3, chirurgiche, di carta forno (?) o riutilizzabili.
Onestamente, quando sono dovuta uscire, ho sempre usato le chirurgiche che avevo comprato in tempi non sospetti e poi quelle riutilizzabili che mi ha fornito la regione FVG.

In ogni caso, vi consiglio di inserire nella pochette anti covid una mascherina di riserva. Sia mai che la quella che state usando vi cada o si contamini.
Una chirurgica sarà più che sufficiente e porta via poco spazio.

Guanti

Guanti si o guanti no? Anche in questo caso le opinioni sono contrastanti. Per gli acquisti di alimentari l’uso dei guanti usa e getta, durante il lockdown, erano obbligatori ma raramente venivano forniti dai negozianti.
Quante volte ho dovuto ritornare a casa per prendere i guanti che avevo dimenticato? Beh, non capiterà più visto che, per ogni evenienza, ne ho messo un paio, ben custoditi in una bustina, all’interno della pochette anti covid.

Lip balm

E già che ci siamo, pensiamo alla cura delle labbra che, a contatto con la mascherina, si seccano e screpolano.
Sono sicura che di burrocacao nella vostra borsa ce ne sono già ma meglio abbondare, io ho scelto quello de La Cosmottega all’olio di canapa super idratante.
Inoltre vi consiglierei anche di aggiungere una crema per le mani, se non fosse che la vostra borsa ha già il peso specifico del piombo.

pochette anti covid

PER ESSERE FASHION

Visto che l’uso della mascherina in spazi chiusi sarà ancora obbligatoria per parecchio tempo, ho pensato di acquistarne qualcuna originale e divertente.

Mascherine in tessuti tecnologici.

mascherina mmask

Questo tipo di mascherine le vedete spesso indossate da sportivi o vips perché sono particolarmente avvolgenti e aderenti e hanno un look trendy.
All’interno hanno dei filtri intercambiabili muniti di ‘alette’ per facilitarne l’inserimento.
Di solito sono in tessuti elastici tipo lycra o simili.

mascherina mmask


Il materiale esclusivo Vita by Carvico con il quale sono state realizzate viene prodotto infatti con il filo di Nylon rigenerato ECONYL.
Questo filo si ottiene da materiali plastici di scarto recuperati negli oceani (come reti da pesca, tulle rigido,ecc).

Una volta recuperati, questi materiali vengono rivalutati e rielaborati sapientemente fino a dargli nuova vita, sotto forma di un tessuto di ultima generazione.

COPRI MASCHERINE

Studi medici hanno appurato che le mascherine di cotone, anche se complete di filtro, non sono protezioni efficaci per evitare il contagio da Covid 19.
Nessuno però vi impedisce di usare queste mascherine al di sopra di una mascherina chirurgica per sfoggiare ogni giorno un look divertente o in tinta con l’outfit.
Ricordate però che anch’esse devono venire igienizzate o lavate dopo ogni utilizzo.

Copri mascherine in cotone fantasia

mascherine stoffa
mascherine stoffa

Queste copri mascherine di Maskeraid sono abilitate per essere completate da un filtro, dopo ogni utilizzo vanno lavate e va infilato un filtro nuovo.

Completi pochette e copri mascherina anti covid

Questi set di Barbara mi piacciono molto e che credo che me ne farò cucire alcuni scegliendo tra le tantissime stoffe che propone. Le trovate nel suo negozio Etsy ma potete chiederle di farvele personalizzate e anche nella taglia per bambini.

bustina e mascherina di barbara

Copri mascherine personalizzate

Ovviamente è esplosa la moda delle mascherine personalizzate con stampe, ricami, foto e loghi.
Se c’è chi si accontenta di vedere l’iniziale del suo nome o la stampa del cane sulla mascherina, i brand ne hanno fatto un veicolo pubblicitario molto efficace.

mascherine personalizzate

Ci sono poi le copri mascherine davvero fashion come questa in lamè, molto ben fatta e adatta a evventi e serate modaiole. Onestamente un pensierino ce l’ho fatto…

mascherina in lame

E infine quelle che hanno creato molto scalpore all’inizio dell’emergenza covid, le mascherine in pura seta di Fendi!
190,oo € sono un buon prezzo per essere fashion non credete?
Ma, a parte le battute, non vedo cosa ci sia da indignarsi, per quel che mi riguarda ognuno spende i suoi soldi come vuole.

mascherina fendi

Vorrei puntualizzare che ormai non si usano più le mascherine riutilizzabili perché non sono considerate DPI (dispositivi di protezione individuale) e non devono essere usate in ambito ospedaliero o a se si viene a contatto con malati o persone contagiose.

Per la manutenzione si consiglia di lavare a 40 gradi le mascherine dopo ogni utilizzo e usare dei prodotti igienizzanti specifici.

CONSIDERAZIONI FINALI

E’ molto semplice assemblare una pochette anti covid ma spero comunque di avervi dato degli spunti per personalizzare la vostra.
Vi consiglio comunque di non metterci troppe cose, in definitiva è una specie di ‘armadietto dei medicinali da aprire solo al bisogno.

Fatemi sapere se anche voi tenete tutti i dispositivi di sicurezza in una pochette e come l’avete organizzata. Aspetto i vostri commenti.

Iscriviti alla Newsletter

Condividi

ARTICOLI CORRELATI
Ti regalo 50 € di sconto sulle prime tre box

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.