Questo è stato un post/video molto sofferto. Ammetto che prima di intraprendere l’avventura del canale YT e iniziare ad interessarmi ai prodotti di bellezza, non conoscevo affatto Lush. A dire la verità pensavo che Lush fosse un detersivo…. ecco qui svelata la mia ignoranza in materia.
Con la curiosità che mi contraddistingue, appena avuto sentore dell’esistenza di questo marchio, mi sono fiondata alla ricerca di informazioni e le prime che ho trovato sono state davvero interessanti. La voglia di comprare qualche prodotto è gonfiata dentro di me fino a sfociare in un ordine online (solo perché ignoravo che nella mia città esistesse una bottega Lush da un bel po’ di anni).
Ammetto che l’euforia dello spacchettamento è pian piano scemata quando ho iniziato a usare i prodotti, una delusione immensa. Un pomeriggio, vagando senza metà per le strade di Trieste mi sono imbattuta in una scia profumata che ho seguito e mi ha portata dritta dritta nella succitata bottega Lush. Ho effettuato un altro acquisto, stavolta annusando e testando ogni prodotto cercando quelli più consoni ai miei gusti. Tornata a casa col mio gruzzoletto sono andata incontro a un altra delusione… ma ora è meglio che vi spieghi con calma.

Iniziamo con i saponi. Inizialmente ho comprato Non si mangia e Miranda ricevendo in regalo i campioncini di Fate voi, Conosci la terra dove i limoni profumano e Candy candy.

 

Non si mangia (costo 5,35€ per 100 g) ha un buon profumo di miele e caramello che persiste abbastanza sulla pelle. Purtroppo mi da’ l’impressione di essere eccessivamente sgrassante anche se dopo averlo sciacquato non mi sembra che la pelle tiri particolarmente. Sto’ finendo l’ultima scaglietta, tra l’altro la famosa crosticina che simula un favo di miele sarà anche carina ma è scomoda, graffia e non si squaglia… lasciamo perdere va… Lo ricomprerei? SI ma senza crosticina.
Miranda (costo 4,85€ per 100 g) ha un profumo molto fruttato acido, è verdolino per la presenza del kiwi (?) e al suo interno ha dei pezzetti di sapone colorati che la Lush chiama ‘pezzi di frutta’, boh… comunque l’odore è troppo forte e dopo circa tre settimane che l’avevo nel portasapone il profumo ha iniziato a virare in un odore sgradevole di sapone stantio. Buttato dopo pochi giorni. Lo ricomprerei? NO

Fate voi (costo 4,25€ per 100 g)  ha un discreto profumo e fa una schiumina morbida, in definitiva mi è piaciuto. Lo ricomprerei? SI
Candy candy (costo 4,75€ per 100 g)  anche lui fa’ una bella schiumina ma l’odore non mi piace per niente un dolce delicato e vanigliato non nelle mie corde. Lo ricomprerei? NO
CLTDILP  (costo 4,35€ per 100 g) Ha cominciato a puzzare dopo pochi giorni e sinceramente dopo averlo usato un paio di volte ha assunto una forma/consistenza tipo formaggio smangiucchiato, bleah! Lo ricomprerei? NO
Ho anche il Neon Love però non ho la foto, ha un profumo speziato e frizzantino con una punta di dolce, appena lo comincio ad usare vi saprò dire.

Il balsamo scrub Copacabana è ottimo, (costo 8,95 per 90 g, 15,50 per 200 g ) uno dei pochi prodotti che promuovo a pieni voti nonostante la scomodità d’uso. La ‘saponetta’ contiene dei granelli scrubbanti molto efficaci (avena? riso? non ricordo sinceramente) anzi a volte bisogna andarci piano perché grattano per bene però, ragazzi, che pelle stupenda che vi lascia! Il balsamo che si scioglie a contatto con la pelle umida e calda idrata splendidamente rendendo quasi inutile l’applicazione della lozione dopo doccia. Lo ricomprerei? SI

 

Anche questa maschera per i piedi la promuovo nonostante il costo secondo me eccessivo. (costo 8,95 per 125 g)  L’applicazione richiede un po’ di tempo e cura ma ne vale la pena. Dopo aver spalmato abbondante maschera sui piedi (io la metto sul tutto il piede tranne il dorso) bisogna avvolgerli con la pellicola e lasciare in posa 20 minuti, successivamente si procede al massaggio scrubbante coadiuvato dalla presenza di scagliette di pietra pomice all’interno della maschera. Dopo il risciacquo i piedi sono morbidi, idratati e le ruvidità molto meno evidenti. Si consiglia l’uso di questa maschera almeno una volta la settimana, di conseguenza un barattolino vi dura un mese. Lo ricomprerei? NO solo per il costo
 
 

Il lavadenti è uno dei prodotti che mi hanno incuriosita di più, (costo 5,50 per 12 g ) si usa al posto del dentifricio e consiste in una pastiglietta che si frantuma sotto i denti e la polvere ottenuta la si distribuisce in tutta la bocca poi si comincia a spazzolare. Fa schiuma e lava bene. Punto. Non ha effetti sbiancanti o indurenti o cos’altro. E pizzica un casino in bocca nonostante quello che ho comprato io sia quello con il sapore più delicato. Comodo da portare in viaggio per pochi giorni perché porta via poco spazio e passa i controlli all’aeroporto ma non lo consiglio per l’uso giornaliero. A me lascia anche la bocca sabbiosa quindi, Lo ricomprerei? NO

 

Questo balsamo labbra è stato proprio una delusione, (costo 7,50€ per 8 g) magari ho avuto sfortuna io e ho beccato il prodotto fallato però, non avete idea di quanto ci sono rimasta male aprendo lo scatolino e trovando il prodotto tutto grumoso… Si vede chiaramente dalla foto, la parte grassa si è raggrumata e anche se il  balsamo è ancora buono è diventato scomodo da usare visto che i grumetti hanno bisogno di un massaggio prolungato per sciogliersi e scomparire. Peccato perché il prodotto è buono, idratante, profumato e gustoso al punto giusto. Lo ricomprerei? NO


 

Su questo deodorante vorrei stendere un velo pietoso, (costo 6,95€ per 90 g) è pessimo sotto ogni punto di vista. Scomodo perché durante l’applicazione si sbriciola sporcando ovunque e con conseguente spreco di prodotto. Poco efficace perché nei giorni di calura intensa non dura più di tre/quattro ore, con temperature accettabili vi abbandona dopo sei ore. Lo ricomprerei? NO


Questa crema mani corpo (costo 10,95€ per 100 g, 18,65€ per 250 g) non sarebbe neanche male se non avesse un odore pungente e sgradevole alla stesura che poi vira in un profumo floreale con ‘retrogusto’ medicinale. La ricomprerei? NO

La crema mani corpo contenuta in queste New charity pot è ottima. (costo 2,50€ per 10g, 10,00€ per 95 g, 20,00€ per 240 g)
Profumata, idratante, assorbe velocemente e tra l’altro è fatta con ingredienti provenienti da coltivazioni equosolidali. Il ricavato delle vendite va in beneficenza… ok tutto bene direte voi. Io rispondo ‘ok fare beneficenza ma 10,00€ per 95 gr di prodotto mi sembra una presa in giro’. La ricomprerei? NO piuttosto faccio una donazione a qualche onlus
 
Quindi questo è il mio parere:
PRO
– Azienda molto impegnata sul fronte del ecologia, i prodotti sono cruelty free, vegan, non sempre con inci verde ma accettabili sotto questo punto di vista.
– Prodotti dal look accattivante con nomi e spiegazioni buffe e che attraggono l’interesse
– Varietà di prodotti
– Per alcuni prodotti la qualità è decisamente alta.
CONTRO
– Rapporto qualità/prezzo poco equilibrato.
– Molti prodotti sono poco ‘ergonomici’ e di difficile applicazione o con packaging scomodi.
– Profumi troppo persistenti a volte fastidiosi
– Scadenze ravvicinate per i prodotti freschi. La scusa del ‘non usiamo conservanti’ a volte non regge.
Questa è la mia recensione, chiaramente ci sono moltissimi prodotti che non ho provato a causa del costo spropositato o dello scarso utilizzo che potrei farci (shampoo, profumi e make up).
Vi lascio anche il video della review, aspetto i vostri commenti. A presto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *